Menu

Patrologia, Prof. Giovanni Ferrari (4 ECTS)

Il corso si prefigge di delineare le figure dei Padri della Chiesa nel loro contesto socio-politico-culturale. In particolare vuole sottolineare il precipuo valore teologico delle opere dei Padri. Il contesto storico rivestirà un ruolo fondamentale, per l’analisi degli interscambi sociali che i Padri hanno realizzato tramite la loro opera di inculturazione del messaggio cristiano. La lettura di brani antologici tratti dalle opere dei Padri servirà a delineare ancor meglio la personalità degli autorevoli esponenti della Tradizione cristiana.

Il corso si articola nel modo seguente: Istruzione sullo studio dei Padri della Chiesa. Indicazioni di metodologia. Il Giudaismo. I Padri apostolici. Gli Apologisti. Giustino. Lo Gnosticismo. Ireneo. La cultura alessandrina: Clemente, Origene. Tertulliano. Cipriano. Novaziano. Teologia e cristologia ante nicena. Elementi di ecclesiologia e soteriologia ante nicena. Il periodo costantiniano. L’Arianesimo. Il Concilio di Nicea. Atanasio. I Padri Cappadoci: Basilio Magno, Gregorio di Nissa, Gregorio di Nazianzo. Ilario di Poietiers e Giovanni Crisostomo. Situazione storico-sociale del V secolo. Girolamo. Ambrogio. Agostino. Leone Magno e Gregorio Magno. Periodo post-niceno: elementi di ecclesiologia orientale e sviluppo della dottrina dei sacramenti.

Bibliografia

Riferimenti e approfondimenti in: L. Dattrino, Lineamenti di Patrologia, Edusc, Roma 2008; J. Liébaert – M. Spanneut - A. Zani, Introduzione generale allo studio dei Padri della Chiesa, Queriniana, Brescia 1998; F. Monteverde (a cura di), Introduzione generale a S. Agostino (NBA), Città Nuova Editrice, Roma 2006.

 

 

Ultima modifica ilGiovedì, 16 Ottobre 2014 08:58
Torna in alto

 

INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.