Menu

Antropologia teologica; Prof. Pasquale Bellanti (6 ECTS)

Il corso, partendo dai primordi della creazione e valutando le tematiche connesse all’uomo come creatura destinata in Cristo alla figliolanza adottiva, si interroga sul suo destino finale nell’escathon. Si articola nel modo seguente: 1. L’uomo ed il mondo in quanto opera del Dio creatore (creati in Cristo). 2. L’uomo peccatore rifiuta l’amicizia di Dio (il peccato). 3. L’uomo redento in Cristo (il dono della grazia). 4. L’enigma della morte alla luce della resurrezione di Cristo. 5. Fine dell’uomo e del cosmo, parousia e speranza cristiana.

 

Bibliografia

G. Colzani, Antropologia Teologica. L’uomo paradosso e mistero, EDB, Bologna 1992; Id., L’uomo nuovo. Saggio di antropologia soprannaturale, LDC, Leumann (TO) 1977; Id., Antropologia cristiana, Piemme, Casale Monferrato (AL) 2000; G. Gozzelino G., Vocazione e destino dell’uomo in Cristo. Saggio di antropologia teologica (propotologia), LDC Leumann (TO) 1985; L. F. Ladaria, Antropologia teologica, Piemme, Casale Monferrato 20023; Id., Introduzione all’antropologia teologica, Piemme, Casale Monferrato 20026.

 

 

Ultima modifica ilGiovedì, 16 Ottobre 2014 09:12
Torna in alto

 

INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.